Quando approdai su questa piattaforma un paio di anni fa, dopo aver giocato per qualche anno su SA:MP, mi trovai abbastanza spaesato. Non tanto per l’utilizzo della chat vocale al posto di quella testuale per comunicare con gli altri players, ma per il livello di roleplay che incontrai al mio arrivo, che era molto più basso rispetto alle mie aspettative.
Fortunatamente, grazie all’arrivo di giocatori sempre più volenterosi di imparare, il livello generale del roleplay va via via migliorando, ed oggi vogliamo proporvi una semplice guida per dare qualche dritta ai nuovi arrivati su come ruolare su FiveM.


Roleplay: Nozioni di base

Ruolare su FiveM o su qualunque altra piattaforma è più semplice di quel che si pensi. Per iniziare, bisogna delineare l’interpretazione che avrà il personaggio, quindi decidere se esso percorrerà una “strada” legale o illegale. Una volta presa questa decisione, sarà molto difficile cambiare successivamente e bisognerà ruolare questo passaggio in maniera meticolosa. Quindi, almeno per l’inizio, vi consiglio di concentrarvi solo sulla scelta che avete fatto.
Dopo aver scelto come indirizzare il vostro personaggio, vi consiglio di dedicarvi alla stesura di un background, ma di questo ne parleremo più avanti.


La cosa più importante, soprattutto per chi è agli inizi, è dividere nettamente l’OOC dall’IC. In parole povere l’IC, o In Character, è tutto ciò che è a conoscenza del vostro personaggio. L’OOC, o Out of Character, è tutto ciò che non riguarda il vostro personaggio. Fare confusione tra ciò che conoscete IC e ciò che conoscete OOC, oltre a portarvi a delle sanzioni nel server in cui giocate, non vi farà godere a pieno il gioco.
Un’altra cosa molto importante su cui concentrarsi sono gli insulti IC, detti tra il proprio personaggio e quello di un altro giocatore. Nei server in cui questo tipo di insulti non sono vietati, bisognerà far attenzione a non sentirsi attaccati OOC da questo tipo di insulti, in quanto bisogna sempre dividere ciò che succede nel gioco e ciò che succede al di fuori di esso.


Interpretazione: Gli errori più comuni

Durante le mie sessioni di gioco in svariati server, non ho fatto a meno di notare una certa discordanza tra la storia, o background, del personaggio e le azioni che svolgeva all’interno del gioco. Questo errore molto comune tra i neofiti del roleplay è causato dalla reazione spontanea del giocatore, che risponde a ciò che sta accadendo al suo personaggio o sottovalutando la situazione in cui è coinvolto, oppure reagendo in base a come reagirebbe il giocatore stesso se si trovasse in quella situazione.


Uno dei contesti in cui il giocatore tende a sottovalutare la scena in cui si trova, è durante una qualsiasi rapina. In questo tipo di scene, anche se il personaggio del giocatore non è una persona abituata al crimine e a mantenere la calma in determinate condizioni, si trasformerà in un abile rapinatore. Questo comportamento tende a rovinare non solo l’interpretazione del vostro personaggio, ma anche il roleplay della parte “avversaria”. Per non cadere in questo tipo di errore bisogna sempre sviluppare un buon background, in cui si costruisce in maniera esaustiva il carattere e l’aspetto fisico del proprio personaggio. Tuttavia, un altro aspetto che non deve essere assolutamente sottovalutato è il passato. Più si descrive il passato del vostro personaggio, più si eviterà di improvvisare e cadere in contraddizione durante le conversazioni con gli altri giocatori.


Un altro errore molto comune che ho visto nei vari server, è l’impostazione della voce che assumono alcune persone. Nel momento in cui si decide di interpretare un personaggio di una qualsiasi nazionalità, non bisogna assumere un accento legato a quella nazionalità. Ad esempio, se si intende ruolare un personaggio rumeno, non bisognerà parlare con un accento rumeno ma basterà parlare normalmente. Così facendo si eviteranno conversazioni imbarazzanti e un’impostazione della voce inutile, in quanto assumere quell’accento non aggiunge nulla al roleplay.


Quando e come porre fine all’interpretazione del personaggio

Durante l’evoluzione del personaggio, si potrebbe arrivare ad una conclusione della sua storia. Questa conclusione è data da un Character Kill (CK) o Self Character Kill (Self CK). Nel caso del CK, il proprio personaggio è venuto a mancare a causa di un altro giocatore. Per quanto riguarda il Self CK invece, la storia del proprio personaggio è stata interrotta dal player che possiede il personaggio. Con il Self CK non è detto che la storia del proprio personaggio debba finire con la morte del personaggio stesso. Ad esempio, potrebbe concludersi con il trasferimento di quest’ultimo in un’altra nazione o comunque in un contesto diverso da quello in cui si sta ruolando.



Spero che questa guida ti sia stata d’aiuto, ora sai come ruolare su FiveM e possiedi tutte le basi per avventurarti nel Roleplay! Ci vediamo nel server!